Yaron Daggi

Una fiaba africana

Drammaturgia, scene e regia di Dario Moretti
Con Maman Ide
Produzione Teatro all’improvviso 2016

Un attore nigeriano racconta una fiaba tradizionale della sua terra, metafora poetica e divertente sul rapporto tra un bambino e gli animali che abitano la Savana.
L’evidente diversità che caratterizza il bambino da ogni razza di animale, non impedisce di trovare un accordo pacifico per condividere insieme la stessa terra e lo stesso spazio vitale. Il racconto, arricchito da costumi e strumenti tipici africani, si avvale anche di oggetti e figure animate che permettono di gustare e vivere la storia in modo più armonioso e piacevole.

Età consigliata: dai 3 anni
Durata: 40 minuti circa
Capienza: 200 bambini 

Maman Ide è nato nel 1983 a Zinder, seconda città del Niger.
Nel 2005 ha lasciato la sua terra per cercare di sopravvivere alla fame e alla miseria. Dopo un lungo viaggio e un periodo di due anni trascorso in una Libia devastata da guerra e violenza, ferito ad una mano, cerca di ritornare nella sua terra, imbarcandosi su un battello per il Marocco … ma quel battello lo porterà a Lampedusa.
Maman nel 2011 sbarca in Italia e dopo numerose peripezie e la permanenza in diversi campi profughi, nel 2014 arriva a Mantova dove viene accolto da una generosa famiglia.
Maman ha scritto diversi testi che raccontano il suo viaggio e la sua storia, dimostrando talento, sensibilità e una notevole attitudine alla narrazione.
Per questo il Teatro all’improvviso ha deciso di investire su Maman Ide, per creare uno spettacolo per i bambini e le famiglie che oltre a raccontare una fiaba ricca di contenuti forti ed attuali, potesse stimolare la riflessione sulle tribolazioni e le sofferenze che migliaia di donne, uomini e bambini sono costrette a subire ed affrontare, per non morire di fame o di guerra e per trovare un po’ di pace e di serenità.

Photogallery