D’Orfeo

Fiaba in musica dall’Orfeo di Monteverdi

Teatro all’improvviso / Accademia degli Invaghiti

Testo e regia, Dario Moretti
Voce narrante, Giuseppe Semeraro
Audio e luci, Stefano Moretti
Produzione Teatro all’improvviso 2017

con:

Anna Simboli, soprano
Alessio Tosi, tenore
GianAndrea Navacchia, baritono
Claudia Combs, violino
GianAndrea Guerra, violino
Valentina Soncini, viola
Gregorio Buti  violoncello
Valerio Mazzucconi, trombone
Pietro Modesti, cornetto
Elisa La Marca, tiorba
Saya Namikawa, percussioni
Francesco Moi, clavicembalo e direzione musicale
Dario Moretti, pittura dal vivo ed effetti visivi.

In occasione del 450° anniversario della nascita di Claudio Monteverdi il Teatro all’improvviso ha realizzato uno spettacolo sulla favola di Orfeo, cercando di renderla accessibile anche ai ragazzi, senza però modificare la natura dell’opera e la bellezza della musica.

Una voce narrante racconta la fiaba alternandosi alle parti musicali, eseguite dalla “Accademia degli invaghiti”, ensemble musicale specializzata nel repertorio monteverdiano e barocco.

Il testo narrativo racconta in modo semplice la fiaba d’Orfeo, ispirandosi sia al libretto originale di Striggio, che alle metamorfosi di Ovidio.
La trama dello spettacolo si sviluppa sui punti fondamentali della Favola di Orfeo: la festa di matrimonio, l’annuncio della morte di Euridice, il viaggio di agli inferi, il ritorno con il mancato superamento della prova.
Il finale si avvale delle due versioni conosciute, quella in cui le Baccanti uccidono Orfeo e quella  in cui Orfeo viene accolto in cielo dal dio Apollo.

L’impianto scenico è costituito da una grande pedana, su cui sono collocati tutti gli interpreti e da uno schermo per video proiezione che funge da  fondale. Sia la pedana che lo schermo si animano di luci e di effetti visivi che fungono da scenografia allo spettacolo.

L’organico musicale comprende nove musicisti e tre cantanti, che consentono di eseguire la musica di Monteverdi in modo ottimale.

I cantanti interpretano vari personaggi e sostenuti dagli archi, possono  eseguire anche alcune parti assegnate al coro.

La direzione musicale è affidata allo stesso clavicembalista, M° Francesco Moi, che svolge da molti anni attività concertistica come clavicembalista, organista, direttore di musica antica, pianista e fortepianista.

Le scene e la pittura dal vivo di Dario Moretti corredano l’allestimento di colori e di ombre che daranno ancora più forza e vigore alle azioni narrate.

Lo spettacolo racconta la Fiaba di Orfeo, con un linguaggio contemporaneo, semplice e comprensibile a tutti, mantenendo però la qualità e il rigore dell’opera originale di Monteverdi.

 

d’Orfeo debutta il 7 settembre 2017 all’interno del Palazzo Ducale di Mantova, nell’ambito del Festivaletteratura e con il sostegno del Comune di Mantova e dello Complesso Museale di Palazzo Ducale Mantova

Considerando che “La fiaba di Orfeo” ha visto la luce proprio all’interno del Palazzo Ducale di Mantova, nel febbraio 1607, ci è sembrata la cosa migliore festeggiare questo importante anniversario della nascita di Monteverdi, riproponendo lo spettacolo in una versione adatta anche al pubblico più giovane, che in questo modo potrà avvicinarsi all’opera del Monteverdi e apprezzarne la musica e il lavoro.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>